By / 17th novembre, 2015 / Le Api / Off

Da tempo avevo intuito che le api in qualche modo mi riconoscevano visto che lavoro agli alveari persino in condizioni climatiche difficili senza essere attaccato dalle guardiane.

La mia era solo una sensazione, nient’altro.

Veloce indagine su internet e il mistero si fece meno fitto.

Alcuni scienziati (Adrian Dyer, Monash University, Australia e Martin Giurfa, University de Toulouse, Francia) hanno dimostrato che le api distinguono un viso dall’altro attraverso un processo di elaborazione complesso.

facesFissano dei punti precisi su occhi, orecchie, naso, bocca e li congiungono tra loro come fossero sentieri che delineano chiaramente i tratti fondamentali del volto umano.

Non ci sono parole per esprimere la meraviglia di questa scoperta!

La conferma della validità di questo risultato l’ho avuta di recente mentre regalavo alle api una pappa a base di miele per proteggerle dalla siccità che ha annullato le fioriture.Le api mi hanno circondato volando intorno a me leggere e tranquille.

Non c’è stato nessun arrembaggio delle più forti per accaparrarsi per prime il miele.

Certo avevano riconosciuto me e i miei gesti precisi e sembravano esprimere gioia.

In quel momento ho sentito di essere il custode della mia e della loro felicità.